il salvaniente

C’era una volta un bambino che, insieme a mamma e papà, prima di salire su un barcone per un lungo viaggio pieno di speranza, si mise a gonfiare una ciambella salvagente.
Il viaggio era lungo e difficile, il mare cattivo li portava ovunque e poi, solo a pochi metri dalla costa e dalla salvezza il loro barcone affondò.
Il bambino morì.
Si salvarono solo il papà e la mamma e quell’inutile salvagente, un “salvaniente”.
Ecco, l’ultimo ricordo di Aylan rimase quella ciambella contenente il suo ultimo respiro.
Amani e Abdullah forse un giorno apriranno la valvola del “salvaniente”per assaporare l’ultimo soffio di vita di Aylan fino ad esaurirla, fino all’esaurimento, fino a consumarsi.
Fino alla fine.
salvaniente_01
salvaniente_03