Archivio della categoria: installazioni

GATTO SU BALCONE

installazione di Marco Chiurato
Domenica 28 Aprile 2019 Corso Mazzini Marostica 15,00 – 18,20
bollino_ok

gatto_su_balcone_17 gatto_su_balcone_12 gatto_su_balcone_08 gatto_su_balcone_09 gatto_su_balcone_07 gatto_su_balcone_06 gatto_su_balcone_05 gatto_su_balcone_04 gatto_su_balcone_01 gatto_su_balcone_11 gatto_su_balcone_13 gatto_su_balcone_14 gatto_su_balcone_15 gatto_su_balcone_16 gatto_su_balcone_03

LESBIA DI CATULLO: dall’ Aeroporto al Parco

Mittente: Marco Chiurato
Destinatario: Comune di Peschiera Del Garda
Luogo: Parco Catullo
Contiene staua di Lesbia, compagna di Catullo

Lesbia, compagna di Catullo, è stata spedita dall’ aeroporto da parte di Marco Chiurato, con destinazione Peschiera Del Garda.
Il caso vuole che sia precipitata proprio nel parco che porta il nome del suo amato

 

lesbia_invito_02lesbia_28lesbia_27 lesbia_26 lesbia_25 lesbia_23 lesbia_22 lesbia_21 lesbia_20 lesbia_19 lesbia_16 lesbia_15 lesbia_14 lesbia_12 lesbia_11 lesbia_09 lesbia_04 lesbia_03 lesbia_02 lesbia_0159871134_10219243849552893_8712755546970652672_n

ABUSO PIANO E FORTE

abuso_pianoforte_03
ABUSO PIANO E FORTE
Dichiarazione di Marco Chiurato:
erano circa le 22,00 di Giovedì, sono entrato nel palazzo, non ho sentito anima viva perché la mia presenza la uccide ancor prima di vedermi. Poi sono entrato nella sala affreschi, vedo un pianoforte, era vestito solo con un telo nero, e le gambe erano nude.
Appoggio la mia opera a terra.
Il PIANOFORTE mi faceva troppa gola.
Devo utilizzarlo fino a farlo stonare.
Erano circa le 22,15
Ero troppo eccitato, il mio cazzo si è drizzato! Il PIANOFORTE suonava note “acute”. Quindi ho abusato delle sue funzioni vitali.
Erano circa le 06,00 di Venerdì mattina
Lo copro.
Il PIANOFORTE suonava note “gravi”.
Quindi prendo la mia opera da terra che deve essere esposta un mese e me la riporto a casa per non lasciare prove.
Sono le 18,00 di Sabato sera, sono certo che questo PIANOFORTE, dopo un mese, continuerà a lasciarti un segno oltre la giornata del ricordo. abuso_pianoforte_05abuso_pianoforte_06abuso_pianoforte_04

AMOREFOLLE

IL MERCATINO DELL’ USURATO
Correzzola – Corte Benedettina – PD
28 Settembre – 29 Ottobre

amorefolle_foto_opera_29
amorefolle_foto_opera_28
amorefolle_foto_opera_27
amorefolle_foto_opera_26
amorefolle_foto_opera_25
amorefolle_foto_opera_24
amorefolle_foto_opera_23
amorefolle_foto_opera_22
amorefolle_foto_opera_21
amorefolle_foto_opera_20
amorefolle_foto_opera_19
amorefolle_foto_opera_18
amorefolle_foto_opera_15
padre_figlio_02
amorefolle_foto_opera_02
amorefolle_foto_opera_14
amorefolle_foto_opera_13
amorefolle_foto_opera_11
amorefolle_foto_opera_01 amorefolle_foto_opera_03 amorefolle_foto_opera_04
amorefolle_foto_opera_10
amorefolle_foto_opera_09
amorefolle_foto_opera_08
amorefolle_foto_opera_06
amorefolle_foto_opera_05

VINCONO I BIANCHI

PROGETTO SCACCHIERA
Il Progetto Scacchiera nasce nel 2014 da un’idea di Marco Chiurato con l’installazione artistica “E’ tutto un altro gioco”, in collaborazione con Fondazione Bonotto, Associazione Pro Marostica e con la supervisione artistica di Maurizio Panici, regista della Partita a Scacchi. L’installazione prevedeva la copertura della scacchiera con il famoso gioco della Tria. Nel 2016 il progetto continua con l’installazione “Dream” di Yoko Ono e nel 2018 prosegue con “Vincono i Bianchi”, mettendo lo spettatore davanti all’opera compiuta.

CHESSBOARD PROJECT
The Chessboard Project was born in 2014 from an idea by Marco Chiurato with the artistic installation “It’s completely another game”, with the collaboration of Fondazione Bonotto, Associazione Pro Marostica and with the artistic supervision of Maurizio Panici, director of the Chess Game. The artistic installation included the covering of the chessboard with the famous game of Tria. In 2016 the project continues with another artistic installation, “Dream” by Yoko Ono and in 2018 goes on with “Vincono I Bianchi”, placing the spectator in front of the completed work.

foto di Leo Sanzo

41377041_1999620836995419_1784839153809096704_n41461675_702923503401951_8340158118906298368_n-141477510_1953992684658211_1044044891107098624_n41501516_339968203240286_5611985675487281152_n
41403488_329724977801193_7175300728385175552_n-1
41390448_263644117616924_5594581922543042560_n-1
41462088_237768416912960_8428468234264510464_n-1
41500642_234738913868305_6442256506535542784_n
41390448_263644117616924_5594581922543042560_n

vincono_i_bianchi_articolo_gdv vincono_i_bianchi_articolo_corrierevinconbw

FUTUREVINTAGE

FUTUREVINTAGE
“SCEGLI LA STRADA”
Ho scelto la strada.
Ho scelto la strada dell’ artista puttana, in questo caso troia PUR DI ESSERCI.
Ho modificato il senso delle mie opere, tradendo il loro significato originale PUR DI ESSERCI.
Ho demolito il mio significato della parola Artista, rendendola versatile alle occasioni PUR DI ESSERCI.
Alla “fine della fiera” ho esposto l’ opera “PALETTA” per raccogliere cio’ che resta di una installazione fallita.

vintage_2018_02 copia copiafuture2018_05future2018_01future2018_06future2018_04future2018_03.jpgfuture2018_02

TENSIONI

Installazione LIEVITO MADRE – ISOLA ROSSA - CROAZIA
dal 3 al 5 Agosto 2018

tensione_chiurato_18

tensione_chiurato_17

tensione_chiurato_16

tensione_chiurato_15

tensione_chiurato_14

tensione_chiurato_13

tensione_chiurato_12

tensione_chiurato_11

tensione_chiurato_10

tensione_chiurato_08

tensione_chiurato_07

tensione_chiurato_05

tensione_chiurato_04

tensione_chiurato_03

tensione_chiurato_02

 

I feti di Pripyat ( La Città dei fiori )

 

CLOSED GALLERY
Presenta
I feti di Pripyat ( La Città dei fiori )
Installazione – performance di Marco Chiurato

4 Febbraio 1970
A 110 Km da Kiev nasce la città dei fiori a Km zero, la città dove si celebra la vita con i fiori nelle aiuole e le aiuole con i semi.
La telacittà dipinta con i fiori vivi e con la firma nascosta dell’ autore assassino.

26 Aprile 1986
« Attenzione, attenzione! Attenzione, attenzione! Attenzione, attenzione! Attenzione, attenzione!
Il Consiglio Comunale informa che, a seguito dell’incidente alla centrale nucleare di Černobyl’, nella città di Pryp”jat’ le condizioni dell’atmosfera circostante si stanno rivelando nocive e con alti livelli radioattivi.
I feti crescono e si deformano, perdendo l’ identità del padre e della madre, trasformandosi in “oggetti” non identificati in una città fantasma, la città degli organi riproduttivi delle angiosperme.

26 Aprile 2018
Celebriamo la vita con la morte, e la morte con i defunti.
Ad un matrimonio celebriamo l’ unione con bouquet di fiori separati;
All ‘anagrafe iscriviamo un nuovo nato con un fiore già morto all’ occhiello della giacca;
Al funerale di nostro padre celebriamo la sua morte con un cuscino di fiori recisi, a riposo eterno;
Alla festa della donna celebriamo con un fiore giallo che tramonterà prima del tempo;
A San Valentino festeggiamo con un mazzo di rose ammazzate.

27 Aprile 2018
Celebriamo tutto con una tela eterna, dove i fiori rimangano vivi e compressi e i feti crescono, riconoscendosi nelle foto delle lapidi dei genitori morti, lottando per ridare vita alle aiuole svanite tra la nebbia assassina dell’ autore ancora vivo.
Marco Chiurato

i_feti_di_pripyat_foto_01
catalogo installazione sottovuoto

i_feti_di_pripyat_90 i_feti_di_pripyat_91i_feti_di_pripyat_86i_feti_di_pripyat_foto_55i_feti_di_pripyat_foto_06i_feti_di_pripyat_foto_30i_feti_di_pripyat_92 i_feti_di_pripyat_96 i_feti_di_pripyat_foto_07 i_feti_di_pripyat_foto_09i_feti_di_pripyat_63i_feti_di_pripyat_62i_feti_di_pripyat_84i_feti_di_pripyat_110i_feti_di_pripyat_83i_feti_di_pripyat_71 i_feti_di_pripyat_74 i_feti_di_pripyat_79 i_feti_di_pripyat_111 i_feti_di_pripyat_112 i_feti_di_pripyat_113 i_feti_di_pripyat_117i_feti_di_pripyat_foto_16 i_feti_di_pripyat_foto_17 31906825_10216304994923364_2099145028034101248_o